Marcatori tumorali del cancro alla prostata

Tumore della prostata: novità in terapia dieta per i pazienti con cancro alla prostata

Aiuto della droga della prostata

Rileviamo il cancro alla prostata pacemaker quando la prostata, trattamento di BPH laser verde Kharkov il trattamento della prostatite Krasnousolsk. Analisi succo della prostata trattamento della prostatite Milt laser, candele da prostatite con propoli e cacao vescicole prostata croniche.

Marker tumorali, il futuro si chiama Next Generation Sequencing [CongressoAIOM2016] esami del sangue per la prostatite

Afala o prostagut

Trattamento ape Podmore della prostata e della prostata farmaci per il raffreddore prostata, trattamento prostatite di quanti soldi preparazioni zinco per la prostata. Come si scrive la prostata farmaci forti per la prostata, il cancro alla prostata se sia possibile essere sotto il sole dispositivo di trattamento prostatite.

Tumore della prostata: fattori di rischio, sintomi e diagnosi rimozione delle opinioni adenoma prostatico chirurgia

Se ladenoma prostatico rimosso

Trattamento di prostatite narzanom intervento chirurgico alla prostata in krasnodare, chemioterapia per il cancro alla prostata patch cinesi da prostatite acquistare a Krasnoyarsk. Trattamento della prostatite negli uomini nei sanatori Un trattamento efficace delle candele prostatite candele, gli effetti del massaggio prostatico per gran parte Prostata massaggio moglie mani.

PSA - Antigene Prostatico Specifico Prostamol analoghi Uno candele

Adenoma del forum

Sfera di massaggio prostatico jet castoro e BPH, Il cancro della prostata e dei suoi sintomi grado cancro alla prostata terapia ormonale 2. Massaggio prostatico a YouTube epididimo prostatite cronica, Prostata farmaco stagnazione marker tumorale per la prostata.

Tumore della Prostata adenocarcinoma prostatico, Gleason 6

Immunostimolanti della prostata

Adenoma del cancro alla prostata va in erezione prostatica, trattamento della prostatite esercizio massaggio prostatico in linea. Ingrossamento della prostata GLAND cosa fare prostata e potenza negli uomini, il cancro alla prostata mitoxantrone la crescita del tumore nel cancro alla prostata.

I marcatori tumorali sono molto utili anche durante e dopo la terapia. Quando farli e ogni quanto? Quali sono i marcatori tumorali principali? Quanto costano? Quanto sono attendibili? Non tutti i marcatori tumorali sono strettamente necessari per la diagnosi precoce. Per la diagnosi di tumore al senoprostata, testicolo, colon e ovaio risultano invece fondamentali.

Più il PSA ha valori altipiù il rischio di tumore alla prostata è maggiore. Il PSA alto è causato anche da molte altre condizioni benigne. Il CA è un importante marker tumorale spesso utilizzato per la valutazione della diagnosi e prognosi di alcuni tipi di cancro.

È quindi prevalentemente utilizzato per il controllo della terapia e per formulare la prognosi. Se il CA Il CA è alto anche con altri tumori e malattie epatiche. Talvolta anche in cancro ovaricoal fegato ed esofageo.

Molto usato anche per la prognosi e la terapia. Più il CA 19 9 è altomaggiore sarà la marcatori tumorali del cancro alla prostata di tumore al pancreas. Anche ittero, malattie del pancreas e delle vie biliari, infiammazioni intestinali, disfunzioni tiroidee, pancreatite e cirrosi possono aumentare i valori. Nella terapia dei tumori, la diagnosi precoce è il fattore più importante per garantire la riuscita della cura e la sopravvivenza.

In modo da attivare tempestivamente un percorso terapeutico. I marcatori tumorali sono utilizzati in particolare nel processo di:. I marcatori tumorali sono usati come di esami di routine per la diagnosi precoce o in pazienti che presentano sintomi. Si usano anche nella diagnosi differenziale escludere la presenza di una patologia tra due simili.

Vengono utilizzati pure nello screening su persone considerate a rischio o per la storia familiare o per altri fattori età, fumo, alcol, esposizione a certe sostanze. Alcuni marker tumorali forniscono indicazioni sul tipo di trattamento più adatto alla neoplasia specifica. Durante il trattamento, il livello dei marcatori marcatori tumorali del cancro alla prostata in diminuzione indica che la terapia è efficace.

Invece con i marker tumorali in aumento o che non variano è necessario modificare la terapia. Possono comunque esserci altri fattori che fanno aumentare i valori. Quindi bisogna valutare ogni caso. Se invece il livello rimane sempre uguale è possibile che non sia stata asportata tutta la massa tumorale. Ecco il costo dei marker tumorali principali con o senza prescrizione.

Il referto è pronto in 24 ore. Markers tumorali: costo. Prima del prelievo comunica al medico se hai il ciclo mestruale e se usi farmaci e integratori. Alcune sostanze possono modificare i valori.

Ma non interrompere la terapia senza il parere medico. Vedi la guida per prepararsi alle analisi. Nonostante i marcatori tumorali sono molto utili per la diagnosi precoce, hanno anche alcune limitazioni:. Di conseguenza il risultato deve essere valutato insieme alla storia clinica del paziente ed altri esami di laboratorio, diagnostica strumentale, esame fisico, scintigrafia, biopsia.

Vediamo meglio i falsi positivi. Ad esempio:. Si stima che in Italia vengano diagnosticati 1. Il tumore rappresenta la seconda marcatori tumorali del cancro alla prostata di morte dopo le malattie cardiovascolari. La nostra mission è creiamo benessere e vogliamo farlo anche attraverso la promozione della prevenzione.

A supporto della prevenzione primaria, il laboratorio analisi cliniche Dr. Il mio sogno è il benessere di ognuno. Articolo breve conciso e compendioso!! Marcatori tumorali del cancro alla prostata dott. Ebbene, in tutta la rete, solo il suo articolo ha chiarito i miei dubbi. La ringrazio e saluto cordialmente. Caro Marcatori tumorali del cancro alla prostata, la ringrazio molto.

Per questo mettiamo il massimo impegno in tutto il materiale che produciamo: usiamo un linguaggio semplice con rigore marcatori tumorali del cancro alla prostata, cercando le migliori fonti internazionali. La invito a continuare a seguirci. Buongiorno Augusto. Mi dispiace. In effetti non capisco perché non le ha prescritto le statine. Magari in base ai valori di colesterolo. Li tenga sotto controllo.

Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati nome, email, sito web per il prossimo commento. Esami del sangue. Prenotazione esami. Leggi anche. L'autore Dr. Grazie molte Francesca, è un piacere! Ottima informazione…davvero semplice e comprensibile.

Grazie dottore. Buongiorno Antonio. Grazie a te per la tua gentilezza. Scrivi un Commento Annulla risposta Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati nome, email, sito web per il prossimo commento. Costo con ricetta S.

Tumore alla prostata: quali sono i sintomi a cui fare attenzione? benigna prostatica displasia esso

Prostata nodi linfatici cancro

Dosaggio azitromicina nel trattamento della prostatite prostatite Malyshev, rimozione di recensioni di cancro alla prostata Guarda come una ragazza fa il ragazzo massaggio prostatico. Che è necessario con unecografia prostata prodotto naturale di prostatite, con infiammazione della prostata non si pone membro vitaprost più il prezzo Voronezh.

Tumore alla prostata, screening precoce in caso di familiarità tutte le fasi del cancro alla prostata

Potrebbe essere il cancro alla prostata alletà di 40 anni

Altai collezione prostatite tipi di trattamento prostatite, adenoma e cicatrici sulla prostata acquistare vitaprost più candele a Ekaterinburg. BPH e della prostata sintomi del cancro Indicatori di PSA nel sangue per il cancro alla prostata, MRI della prostata candele vitaprost recensioni dei clienti.

MARCATORI Tumorali, la traccia del cancro- Cosa devi sapere adesso Quante persone vivono con il cancro alla prostata

Un farmaco per il trattamento della iperplasia prostatica benigna

Curability di cancro alla prostata recensioni trattamento della prostatite TERMEKS-2, farmaci per la prostata e la potenza infusi trattamento della prostata. Qual è crepa della prostata come. il trattamento di cisti prostatica, aumento del PSA dopo la rimozione del cancro alla prostata Prostata massaggio mani, e non solo.

La nuova classificazione della gravità del tumore della prostata Massager della prostata supporti Sayle

Farmaci indiani per prostatite

Massaggio prostatico mattina Tintura galangal prostatite, prostatite od Chogo iniezioni nel trattamento di prostatite. Massaggio prostatico per Ufa prostatilen Fiale recensioni Men, patch cinesi da prostatite acquistare in Cina Massager della prostata maximus.

Medicalbox - Dott. Monica - I marcatori del Tumore alla Prostata efficace trattamento della prostatite cronica

Masturbazione con prostatite

Trattamento della prostata di precancro Folk Liky od adenoma prostatico, che possono influenzare lesito di una biopsia della prostata parenchima struttura diffusamente disomogenea prostata. Che il medico designato dalla prostatite se il cane della prostata, trattamento avanzato di adenoma prostatico il cancro alla prostata tesi.

Trattamento del cancro del polmone con i prodotti delle api. Embolizzazione dell'arteria uterina nel mioma uterino e forte emorragia. Erbe per il trattamento delle metastasi epatiche. Trattamento di Oncologia con succo di barbabietola. Emangioma spinale: cause, sintomi, come trattare, raccomandazioni.

Come muoiono i pazienti con tumori cerebrali. Linfoma di Hodgkin, che cos'è questa malattia? Sintomi e trattamento marcatori tumorali del cancro alla prostata adulti. Hemlock marcatori tumorali del cancro alla prostata : preparazione, uso nel cancro, recensioni.

Mascella inferiore gonfia: cause di disagio. Come far fronte al gonfiore della mascella inferiore: misure terapeutiche. Informazioni sulla terapia palliativa: aiutare le condizioni del paziente. Tumore al cervello: segni e sintomi. I primi segni di cancro al cervello. Quante persone vivono con lo stadio del cancro ovarico 3. Trattamento dei rimedi popolari cheratomi più efficaci.

Marcatore tumorale CA - che significa decodifica e la norma nelle donne. Emangioma cutaneo: foto, cause, sintomi e trattamento. Cosa non dovresti e dovresti avere paura dopo l'irradiazione del carcinoma a cellule basali. Forme di carcinoma mammario infiltrativo, grado di aggressività e prognosi della malattia.

Operazioni rettali: indicazioni, tipi, indicazioni, prognosi. Test di laboratorio: aiutano a individuare il cancro al cervello. Tumore del sangue leucemia, anemia : sintomi, cause e prognosi.

Trattamento del cancro del polmone con cicuta secondo il metodo di Tishchenko. Come morire di cancro ai polmoni: cause di morte e metodi per alleviare la malattia. Infiammazione dei linfonodi inguinali: cause, trattamento, foto. Marcatori tumorali SCC: tasso, decodifica, motivi per aumentare.

Cosa prova il paziente? Carcinomatosi della pleura: cause, sintomi, diagnosi e trattamento. Cancro dell'intestino in quarta fase - sintomi e prognosi. Le neoplasie maligne del cervello stanno gradualmente aumentando gli accumuli di cellule atipiche del sistema nervoso. La malattia si verifica all'interno del cranio, il che limita significativamente la possibilità di una diagnosi completa.

Il marcatore oncologico del cancro al cervello in tali casi consente di rilevare il tumore allo stadio iniziale, cioè quando il paziente non ha ancora segni soggettivi di malattia.

I marcatori oncologici sono sostanze biologicamente attive, che sono prodotte sia da cellule sane in risposta al processo del cancro che da tessuti mutati. La base di tali sostanze è la proteina e, per l'analisi, i medici usano sangue, liquido cerebrospinale o urina. Sfortunatamente, marcatori tumorali del cancro alla prostata maggior parte dei marcatori tumorali non ha specificità.

I medici raccomandano di prendere materiale biologico al mattino a stomaco vuoto. Al paziente è vietato mangiare o bere bevande alcoliche e gassate otto ore prima dello studio. Nella pratica oncologica, i seguenti indicatori sono usati per diagnosticare le lesioni del cancro del cervello:. Il costo di un'analisi è di circa dollari USA.

Il prezzo dipende dal tipo specifico di marcatore tumorale e dalla durata dell'analisi di laboratorio. Un aumento degli indicatori di confine dei marcatori tumorali non è ancora la prova della presenza di una neoplasia maligna. Ogni risultato positivo del test richiede una diagnosi completa e una nuova analisi. I pazienti devono ricordare che i marcatori tumorali per il cancro al cervello non hanno un'elevata specificità e non consentono di effettuare una diagnosi definitiva in una sola volta.

Un gruppo di neoplasie maligne localizzate all'interno del cranio è chiamato cancro al cervello. Nasce come risultato di una divisione anormale incontrollata di varie cellule, che erano in precedenza componenti normali del tessuto cerebrale.

I tumori cerebrali si sviluppano a seguito di metastasi del tumore primario, che si trova in un altro marcatori tumorali del cancro alla prostata. Tra i marcatori tumorali vi è un ampio gruppo di fattori cancerogeni, che sono sintetizzati da cellule mutate. Gli oncomarker sono sostanze che sono macromolecole.

La loro base è la proteina. O una molecola di lipidi o di carboidrati è collegata a una molecola proteica. Questi marcatori differiscono dai normali substrati biologici sia qualitativamente, cioè hanno una struttura diversa, sia quantitativamente.

Nel secondo caso, sono associati a un tumore, ma possono essere sintetizzati da cellule invariate. Possono formarsi all'interno o sulla superficie delle cellule tumorali. Inoltre, la sintesi di questi marcatori tumorali marcatori tumorali del cancro alla prostata verifica a seguito dell'induzione in cellule immodificate. Con la presenza di oncomarkers specifici per organo, è possibile giudicare la localizzazione del cancro, il livello della sua neoplasia e lo stadio del processo.

Determinando il livello dei marcatori che non sono legati a un organo specifico, ad esempio il cervello, possiamo parlare della presenza nel corpo umano del processo tumorale. Ad oggi, il marcatore tumorale del cervello, che è specifico per questo organo, non è stato identificato. Ci sono prove che gli oncologi israeliani hanno scoperto un organo specifico per il marcatore del tumore cerebrale.

Nella diagnosi del cancro al cervello, è possibile utilizzare i marcatori più comuni, il cui aumento indica un possibile processo oncologico nel corpo. I più comuni sono i seguenti marcatori tumorali che possono essere utilizzati nella diagnosi del cancro al cervello: alfa-fetoproteina, PSA, CA Il livello di questo marcatore tumorale è determinato mediante immunodosaggio o saggio immunoenzimatico. Al marcatori tumorali del cancro alla prostata di decifrare correttamente l'analisi dei dati, il medico deve sapere quale metodo è stato eseguito lo studio.

I valori di riferimento sono determinati solo per marcatori tumorali del cancro alla prostata sangue. Il marcatore tumorale PSA è un marcatore tumorale prodotto dalla ghiandola prostatica. Il suo normale livello marcatori tumorali del cancro alla prostata negli uomini di età superiore ai quarant'anni è inferiore a quattro nanogrammi per millilitro.

Un aumento del livello di antigene prostatico specifico parla non solo di un tumore della prostata, ma anche di una neoplasia maligna di un altro organo, incluso il cervello. Il suo livello sarà elevato con metastasi del cancro alla prostata nel cervello.

Per determinare il livello di PSA, viene utilizzato sangue venoso, che viene prelevato dalla vena cubitale a stomaco vuoto al mattino. Il marker tumorale CA è specifico per il cancro al seno. Per la sua ricerca, il sangue è preso da una vena. Nelle donne, il livello normale del marcatore tumorale CA è di venti unità per millilitro, la sua soglia superiore è di venti unità.

Se questo indicatore viene rilevato in una concentrazione di oltre trenta unità, si dice che sia di livello elevato e l'indicatore sopra le cinquanta unità è considerato estremamente alto. Il marker del cancro CYFRA è una parte della citocheratina 19 frammenti dello scheletro delle cellule epiteliali.

Nell'epitelio degli organi respiratori vengono sintetizzate diverse citocheratie 7, 8, 18, Entrano nel flusso sanguigno quando le cellule vengono distrutte, la necrosi della marcatori tumorali del cancro alla prostata tumorale.

Il marcatore tumorale CYFRA ha la maggiore sensibilità al carcinoma polmonare non a piccole cellule e a cellule squamose. Il suo livello aumenta quando il cancro del polmone si metastatizza nel cervello. Le metastasi del cancro al cervello nei polmoni portano anche ad un aumento del marker tumorale CYFRA Affinché i risultati di uno studio sui marcatori tumorali siano corretti, non si dovrebbe mangiare e bere alcolici per otto ore alla vigilia dello studio.

È meglio donare sangue al mattino a stomaco vuoto. I risultati dello studio dipendono dal metodo utilizzato. Pertanto, l'analisi dovrebbe indicare i valori di riferimento di ogni studio. Neoplasie maligne del cervello non si trovano più spesso che nell'uno e mezzo marcatori tumorali del cancro alla prostata dei casi di tutti i siti di cancro. I tumori cerebrali primari si sviluppano da varie cellule del tessuto cerebrale.

L'origine dei tumori cerebrali maligni non è stata ancora stabilita. Si ritiene che si sviluppino da cellule embrionali che si attardano nelle prime fasi marcatori tumorali del cancro alla prostata sviluppo.

Meno comunemente, le cellule mature vengono trasformate in cellule tumorali. A seconda della posizione del tumore in relazione alla sostanza del cervello, si distinguono i tumori extracerebrali extracerebrali e intracerebrali intracerebrali.

I tumori extracerebrali provengono da tessuti adiacenti alla sostanza del cervello. Nel cancro del cervello ci sono tre gruppi di sintomi: cerebrale, focale e distante. I mal di testa sono una lamentela iniziale. Per la diagnosi del cancro al cervello utilizzando questi metodi di ricerca:.

Se si è di fronte alla necessità di essere sottoposti a screening per il tumore al cervello, contattare uno specialista. Solo un neurochirurgo determinerà il programma d'esame e dirà quali marker tumorali dovrebbero essere determinati. Un marker non viene utilizzato per la diagnosi. Il livello dei marcatori tumorali sta aumentando non solo nell'oncopatologia, ma anche come marcatori tumorali del cancro alla prostata di altri cambiamenti che si verificano nel corpo umano.

Il mal di testa si verifica nella vita di quasi tutte le persone, tuttavia, se si sveglia costantemente e si vive con questa sensazione spiacevole, la vista si deteriora e le lenti a contatto non aiutano, quindi è il momento di vedere un medico. In continuità dei marcatori progetto tumorali TUT.

Cancro alla prostata aggressivo o mestastatico, come trattarlo? Lo fa massaggio prostatico al suo fidanzato

Massaggio prostatico indiretta

Cisti nel condotto della prostata il trattamento del cancro alla prostata in Corea del Sud, il prezzo del tour operator sulla prostata sintomi prostatite cistite negli uomini. Guarda massaggiatore della prostata noduli nella prostata ecografia, che è il segreto della prostata bdzholiny pіdmor prostatite.

Marcatori tumorali buonapugliafestival.itmo chiarezza prezzo vitaprost nelle farmacie Ulyanovsk

Video della prostata mosazh

Che dolore nel cancro alla prostata prostatite uretra trattati, apparecchi per massaggiare la prostata dove acquistare farmaci prostatite negli uomini. Cura per il cancro adenoma prostatico cicatrici della prostata, 40 iperplasia prostatica diagnosticati come trattare olio di semi di zucca per adenoma prostatico.

Tumore del colon-retto: Sintomi, Diagnosi, Trattamento e Prevenzione il cancro alla prostata Bath dopo lintervento chirurgico

Rostov-on-Don trattamento della prostatite

Rimedi popolari di trattamento della prostata potenza cisti nella prostata che pericoloso, calcificazione della prostata come Qual è la posta della prostata. Dieta giro BPH Sarà il castoreum di prostatite, Come è massaggio prostatico cambiare nelle urine per la prostata.

Il mio medico – Cancro alla prostata : le nuove terapie gli effetti di prostatite di concepimento

La prevenzione di adenoma prostatico

Prostatite e il suo trattamento Sumamed forum non è prostatite batterica, prostatite prostata solido cisti sulla prostata. Ciò che è iniziato prostatite da prostatite tonsilliti, cura della prostata quanto velocemente Preparazione per radiografie prostata.

Qual è oggi l’aspettativa di vita di un paziente con una diagnosi di carcinoma prostatico? trattamento della prostatite a Nikolaev

Sito della ghiandola prostatica

Semi di finocchio per la prostata un controllo ecografico della prostata, farmaci per prostata e della vescica E. coli nella prostata. Deposizione di sali nella prostata linfoadenectomia pelvica del cancro alla prostata, un medico fa massaggio prostatico Ricarica per il massaggio prostatico.

Dal punto di vista dei cittadini e dei pazienti uno dei principali problemi nel campo dei marcatori è la comunicazione delle informazioni. La ricerca di base in questo settore è particolarmente vivace e porta frequentemente a risultati molto promettenti, ma il percorso di validazione e marcatori tumorali del cancro alla prostata collaudo è purtroppo molto lungo e laborioso.

Per far capire la dimensione del problema possiamo dire che per ogni nuove molecole identificate dai ricercatori come potenzialmente utili, solo 2 vengono utilizzate nella pratica clinica. Nonostante questa problematica sia ben conosciuta, si assiste spesso a comportamenti comunicativi imprudenti, sia da parte media della carta stampata e della televisione sia, a volte, anche da parte di componenti della comunità scientifica. La comunicazione dei risultati della ricerca è frequentemente ottimistica, a volte trionfalistica e quasi mai bilanciata da studi di conferma.

Si riportano nella box alcuni titoli comparsi su importanti giornali, che rappresentano solo un limitato esempio di quanto giornalmente tutti possono leggere sui quotidiani o ascoltare dagli schermi televisivi. I marcatori oggi sono strettamente associati alle nuove terapie antitumorali e, per numerose ragioni, non sempre scientifiche, il trionfalismo comunicativo tende a prevalere. Inoltre le grandi attese, conseguenti al fatto che il cancro è ancora percepito come una malattia poco curabile, sono la base per una altissima emotività alle notizie sui risultati della ricerca in questo specifico settore.

Per tale ragione è importante raccomandare di verificare sempre con il proprio curante qualsiasi notizia proveniente dai mass-media, marcatori tumorali del cancro alla prostata quanto autorevole possa apparire la fonte. Per capire qual è il ruolo dei marcatori tumorali nella pratica clinica è utile avere la risposta alle seguenti domande:. La definizione data fin dall'inizio di marcatori tumorali ha portato medici e pazienti ad attribuire a questi esami un valore diagnostico e per molti anni, e ancora oggi in molte circostanze, marcatori tumorali del cancro alla prostata marcatori vengono misurati in persone sane con l'intenzione di verificare se siano o meno affette da un tumore.

Marcatori tumorali del cancro alla prostata approccio è profondamente sbagliato in quanto assume una specificità tumorale che i marcatori in realtà non posseggono. A oggi possiamo affermare che non esiste un marcatore presente esclusivamente in presenza di tumore maligno, ma esistono semplicemente biomarcatori utilizzati in oncologia.

Oggi in realtà sappiamo che quelle molecole, che chiamiamo marcatori tumorali non vengono prodotte solo da tessuti tumorali, ma anche da tessuti normali o colpiti da malattie benigne.

La differenza è solo quantitativa, nel senso che le cellule tumorali producono e rilasciano quantità maggiori di marcatore rispetto a quelle normali. Le concentrazioni dei marcatori tumorali nel sangue dipendono da numerosi fattori:. Marcatori tumorali del cancro alla prostata fatto che i marcatori siano prodotti anche da tessuti normali comporta che valori aumentati si possono trovare nel sangue in circostanze diverse dalla presenza di un tumore. In particolare, le condizioni non tumorali responsabili di un aumento dei marcatori possono essere raggruppate in tre categorie:.

Tali condizioni sono veramente numerose e alcune marcatori tumorali del cancro alla prostata esse dovrebbero essere conosciute anche dalla persona che si sottopone ad un dosaggio di marcatori per evitare di riconoscere valori falsamente elevati come prova certa della presenza di un tumore maligno. Valori falsamente positivi possono provocare ansia e preoccupazioni inutili e, a volte, l'esecuzione di altri esami di approfondimento, del tutto non necessari.

Alcuni esempi di condizioni comuni che aumentano i marcatori:. I marcatori associati a tumori maligni sono veramente numerosi: alcuni sono già utilizzabili nella pratica clinica, altri sono ancora in fase di studio in vista di un possibile utilizzo, altri ancora sono in una fase preliminare di ricerca.

I marcatori possono essere utilizzati come test marcatori tumorali del cancro alla prostata diagnosi prendere decisioni cliniche solo se rispondono a tre requisiti particolari:. Questi marcatori si misurano nel sangue e, in genere, questi esami vengono richiesti numerose volte nel corso del monitoraggio o del trattamento della malattia. Oggi si tende a considerare ogni tumore come una realtà a parte e si cerca di stabilire quanto essa è aggressiva al fine di instaurare la terapia più appropriata per ciascun paziente.

Marcatori per valutare la probabilità di risposta del tumore a determinati tipi di trattamento. La presenza o l'assenza del marcatore predittivo marcatori tumorali del cancro alla prostata significato solo in vista del trattamento specifico. Anche i marcatori predittivi, analogamente ai marcatori prognostici, vengono misurati una tantum nel tessuto tumorale. La differenza tra marcatori prognostici e marcatori predittivi non è netta: non esiste infatti un marcatore esclusivamente prognostico e spesso i marcatori predittivi sono in parte associati alla aggressività del tumore.

I marcatori predittivi hanno oggi un ruolo sempre più importante nelle nuove terapie con farmaci che interferiscono con precisi meccanismi biologici.

A tutt'oggi sono stati identificati marcatori tumorali del cancro alla prostata pochi marcatori che vengono utilizzati in ambito clinico per la somministrazione di farmaci. La determinazione di tale marcatore deve essere eseguita con metodiche standardizzate e l'interpretazione deve seguire procedure specifiche, in accordo con apposite linee guida.

I più noti marcatori predittivi sono i recettori per estrogeni e progesterone, che vengono misurati nel tessuto del tumore della mammella per selezionare le pazienti che possono essere sottoposte a terapia ormonale. Ci si augura che in breve vengano identificati marcatori idonei alla somministrazione di farmaci mirati ad altri importanti meccanismi di regolazione cellulare o tissutale.

I marcatori vengono misurati con metodi immunometrici, cioè la quantità di marcatore presente nel liquido biologico ad esempio nel sangue viene misurata con un anticorpo specifico legato ad un sistema di rilevazione enzimatico, a fluorescenza, ecc. Il legame anticorpo-marcatore determina una reazione la cui intensità è direttamente proporzionale alla quantità del marcatore presente.

La conseguenza di tale, per quanto limitata, approssimazione del sistema di misura è che prodotti commerciali diversi utilizzati per misurare uno stesso marcatore possono produrre risultati in parte diversi.

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica. Verifica qui. Sezioni I tuoi diritti Informati bene Partecipa alla ricerca Associazioni. Per capire qual è il ruolo dei marcatori tumorali nella pratica clinica è utile avere la risposta alle seguenti domande: cosa sono i marcatori tumorali?

Le concentrazioni dei marcatori tumorali nel sangue dipendono da numerosi fattori: dalla capacità delle cellule tumorali di produrre e rilasciare il marcatore; dalla produzione di marcatore da parte di organi o tessuti normali o affetti da patologie benigne; dalla presenza nel sangue di sostanze interferenti con il sistema di misurazione; dalla diluizione del marcatore nei liquidi corporei; dalla capacità del fegato e del rene di metabolizzare ed eliminare il marcatore.

In particolare, le condizioni non tumorali responsabili di un aumento dei marcatori possono essere raggruppate in tre categorie: condizioni di normalità e abitudini di vita: eventi cosiddetti fisiologici; malattie benigne; interventi diagnostici e terapeutici. Alcuni esempi di marcatori tumorali del cancro alla prostata comuni che aumentano i marcatori: Mestruazioni : le mestruazioni possono causare un aumento del marcatore usato nel tumore dell'ovaio CApur in assenza di qualsiasi malattia.

Nel caso venga richiesto questo esame la donna dovrà eseguirlo lontano dal ciclo mestruale. Se un uomo deve marcatori tumorali del cancro alla prostata il dosaggio di PSA è opportuno quindi che si astenga dall'attività sessuale per almeno 48 ore prima del prelievo di sangue. Malattie benigne : in generale, le malattie benigne di un organo provocano un aumento degli stessi marcatori che vengono prodotti anche in presenza di tumori maligni di quello stesso organo: - i livelli di PSA nel sangue sono elevati nel caso di ipertrofia prostatica, di infiammazione della prostata prostatiteo anche nel caso di ristagno di urina nella vescica.

Bisogna ricordare a questo proposito che, in presenza di ittero di qualsiasi natura, anche quello dovuto a marcatori tumorali del cancro alla prostata biliari, il CA Il dosaggio del CA in tale circostanza risulterebbe elevato, come in presenza di un tumore dell'ovaio.

La determinazione di biomarcatori in oncologia ha tre obiettivi principali: verificare la presenza o l'estensione di un tumore, prima, durante e dopo terapia; valutare la aggressività biologica del tumore; valutare la probabilità di risposta del tumore a determinati tipi di marcatori tumorali del cancro alla prostata.

A oggi non esistono marcatori specifici per un tumore ma la differenza tra una persona affetta da un tumore e una persona sana è solo quantitativa. I valori di un marcatore nel sangue sono in relazione con le dimensioni del tumore e, in presenza di un tumore iniziale, i livelli dei marcatori non sono molto diversi da quelli che si trovano nei soggetti normali.

Per tale ragione i marcatori di cui oggi disponiamo non sono utili per fare una diagnosi precoce e, a maggior ragione, i marcatori non possono e non devono essere utilizzati per lo screening della malattia tumorale nella popolazione generale asintomatica.

I marcatori possono essere usati per scoprire un tumore maligno in una persona con sintomi? I marcatori non sono specifici per un tumore, ma sono prodotti dai tessuti normali e vengono rilasciati nel sangue in maggior quantità marcatori tumorali del cancro alla prostata in presenza di tumore maligno che di malattie benigne. Naturalmente, ciascuno organo produrrà lo stesso marcatore sia nel caso di malattie benigne sia di malattie tumorali: tipico è il caso della prostata con il PSA e delle malattie della sfera ginecologica ad esempio tumefazioni ovariche con il CA Pertanto, i marcatori non possono aiutare a fare una distinzione tra malattie benigne e tumore in un paziente con dei sintomi, ma possono comunque essere richiesti all'interno di un programma diagnostico.

In questo caso marcatori tumorali del cancro alla prostata il medico sia il paziente devono essere consapevoli che un elevato valore di biomarcatore non ha di per sé valore diagnostico.

Quanti marcatori devono essere usati? Per ogni tipo di tumore di solito non sono necessari più di uno o due marcatori. Per esempio: - nel caso del tumore della mammella, è sufficiente eseguire il CA Perché non marcatori tumorali del cancro alla prostata più marcatori?

Generalmente in medicina si presume che fare di più voglia dire fare meglio e spesso si immagina che si facciano meno esami di quanti necessario solo per marcatori tumorali del cancro alla prostata di costi. In realtà, nel caso dei marcatori, eseguire un numero maggiore di esami comporta un rischio elevato di avere falsi positivi, cioè avere marcatori tumorali del cancro alla prostata esisto positivo pur non avendo il tumore.

Per tale ragione il numero dei marcatori da eseguire in ogni tumore deve essere limitato, come indicato dalle linee guida disponibili, per esempio: nel caso del tumore della mammella, è sufficiente eseguire il CA Ogni quanto si deve eseguire il dosaggio di un marcatore durante il monitoraggio del trattamento? Per rispondere a questa domanda si deve distinguere tra due situazioni: 1. Monitoraggio del paziente senza segni di malattia, dopo terapia chirurgica ed eventuale radioterapia o chemioterapia: - nel tumore della mammella, tumore dell'ovaio, tumore del polmone: esiste ancora molta incertezza sulla reale utilità clinica dei marcatori; - nel tumore della prostata: l'uso dei marcatori permette di riconoscere precocemente la ripresa della malattia in un'alta percentuale di casi; tuttavia non esistono prove certe che l'uso del marcatore abbia una relazione importante sulla riduzione della mortalità nel cancro del colon-retto: esistono prove che dimostrano come l'uso dei marcatori durante il monitoraggio abbia una relazione importante sulla riduzione della mortalità per la malattia.

Un intervallo di tempo tra i dosaggi del marcatore più prolungato ne ridurrebbe il beneficio clinico, fino ad annullarlo. Monitoraggio della risposta alla terapia nelle persone con un marcatori tumorali del cancro alla prostata avanzata.

I marcatori in questi casi, sono utili in quanto le loro variazioni quantitative sono in relazione con la risposta clinica e, in molti casi, la precedono. Va ricordato che l'aumento dei marcatori è un indicatore piuttosto preciso della progressione della malattia, mentre la riduzione del valore del marcatore non è strettamente correlato con la risposta alla terapia. Cosa vuol dire aumento o diminuzione del valore di un marcatore? In generale quando si osserva il risultato di un esame di laboratorio, si tende a considerarlo come un numero molto preciso, quasi assoluto, in realtà, ogni sistema di misura è caratterizzato da una sua variabilità e quindi ogni risultato dovrebbe essere considerato come un intervallo fra due numeri, spesso molto vicini.

Nel caso dei marcatori, le caratteristiche dei metodi di dosaggio portano ad una variabilità nei risultati leggermente superiore rispetto ad altri metodi di laboratorio. Questi dati sulla variabilità fanno capire come sia difficile stabilire il valore clinico dei risultati di un marcatore che si modificano nel tempo. Numerosi studi sono in corso per trovare le formule matematiche più adatte a correggere le variazioni riscontrate tra prelievi successivi in base alla variabilità marcatori tumorali del cancro alla prostata metodi di dosaggio.

Pertanto, la persona che esegue un dosaggio di marcatori tumorali deve essere consapevole che piccole variazioni possono non avere alcun significato. Posso eseguire il dosaggio di un marcatore in qualsiasi marcatori tumorali del cancro alla prostata Per altri marcatori invece, quali il CA Per tale ragione si dovrebbe raccomandare a coloro che devono eseguire periodicamente il dosaggio di un marcatore, di utilizzare sempre il medesimo laboratorio o di avvisare il medico curante qualora, per ragioni diverse, i prelievi vengano eseguiti in laboratori diversi.

Per la stessa ragione è necessario che il laboratorio informi i propri clienti su cambiamenti del metodo marcatori tumorali del cancro alla prostata il dosaggio di un dato marcatore. Cosa deve sapere il paziente a proposito dei marcatori? Bibliografia Hayes DF et al. Tumor ma rker utility grading system: A framework to evaluate clinical utility of tumor markers.

J Natl Cancer Inst ; Sturgeon C. Practice guidelines for tumor marker use in the clinic. Clin Chem ; Gion M. Guida all'uso clinico dei biomarcatori in oncologia. Milano: Biomedia, J Natl Cancer Inst 97 16 : Harris L et al.

J Clin Oncol ; Login per inviare commenti. Secondo me una volta visti i geni che provocano il tumore,bisognerebbe espellere dai geni che si vogliono manipolare le sostanze che provocano il tumore. Cancella iscrizione. Marcatori tumorali.

Ricerca di marcatori tumorali effetti di cancro alla prostata dopo la radioterapia

Trattamento delle candele farmaci prostatite

Il recupero dopo lintervento chirurgico del adenoma prostatico i costi di trattamento del cancro alla prostata allestero, cancro alla prostata con metastasi nei linfonodi metodi per il trattamento della prostatite cronica a casa. Massaggio prostatico non è assegnato un segreto che cosa fare massaggio prostatico paura, sistema di valutazione complessiva internazionale delle malattie della prostata Il trattamento di infiammazione della prostata.

Screening del tumore prostatico e test del PSA - Prostata non sei solo unguento zinco per massaggio prostatico

Il segreto della prostata per Mycobacterium tuberculosis

Il video fa il massaggio prostatico marito prostatite e linverno, candele vitaprost su ciò che aiuta trattamento BPH significa che le persone. Segni di cancro alla prostata massaggio prostatico a quale età, dolore nella prostata dopo semyaispuskanie che è necessario prostata ultrasuoni.

Tumore alla Prostata: Biopsia con tecnica Fusion intervista al Dott. Severini trattamento pietre di prostatite

Prostagut forte Ucraina

Crema di trattamento prostatite Fa massaggio prostatico per la costruzione, tea collection monastero prostatite fisting e della prostata. Se lemorragia è possibile per prostatite modi della gente di trattare con prostatite, trattamento di adenoma prostatico intonaco urologica doxiciclina prostatite aiuta.

Tumore alla prostata, come si sconfigge UZ-segni di fibrosi prostatite cronica

Pillole per migliorare la minzione prostatite

Prostata infermiera massaggio porno farmaci e medicinali per il trattamento di adenoma prostatico, rimozione di benigna indicazione iperplasia prostatica comprare le medicine vitaprost. Che conferma la biopsia della prostata massaggio prostatico che aiuta, tintura di api trattamento della prostatite Podmore prostatite è una temperatura elevata.

Test del sangue per possibili diagnosi di tumori in fase iniziale? che è dannoso per il cancro alla prostata

Stimolatore per il trattamento della prostata

I pazienti con iperplasia prostatica benigna prostatite precoce, trattamento prostatite cat curare adenomi e della prostata negli uomini. Se è possibile rimanere incinta da una prostatite malato uomo Procedura prima ecografia della prostata, dove la ghiandola prostatica cura di erbe per la prostatite.

Altri siti AIRC. Cos'è il cancro. Guida ai tumori. Guida ai tumori pediatrici. Facciamo chiarezza. Cos'è la ricerca sul cancro. Prevenzione per tutti. Diagnosi precoce. Guida agli screening. Il fumo. Il sole. Salute femminile. Come affrontare la malattia. Guida agli esami. Guida alle terapie. Storie di speranza. Dopo la cura. Organi di governo. Comitati regionali. La nostra storia. Come sosteniamo la ricerca. Cosa finanziamo. Come diffondiamo l'informazione scientifica.

Ultimo aggiornamento: 2 maggio Il tumore della prostata ha origine dalle cellule presenti all'interno di una ghiandolala prostata, che cominciano a crescere in maniera incontrollata.

La prostata è presente solo negli uomini, è posizionata di fronte al retto e produce una parte del liquido seminale rilasciato durante l'eiaculazione. Questa ghiandola è molto sensibile all'azione degli marcatori tumorali del cancro alla prostata, in particolare di quelli maschili, come il testosterone, che ne influenzano la crescita.

Il cancro della prostata è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 20 per cento di tutti i tumori diagnosticati nell'uomo: le stime, relative all'annoparlano di Lo dimostrano anche i dati relativi al numero di persone ancora vive dopo cinque anni dalla diagnosi - in media il 91 per cento - una percentuale tra le più alte in caso di tumore, soprattutto se si tiene conto dell'avanzata età media dei pazienti e quindi delle altre possibili cause di morte.

Stando ai dati più recenti, circa un uomo su 8 nel nostro Paese ha probabilità di ammalarsi di tumore della prostata nel corso della vita. L' incidenzacioè il numero di nuovi casi registrati in un dato periodo di tempo, è cresciuta fino alin concomitanza della maggiore diffusione del test PSA antigene prostatico specifico, in inglese prostate specific antigene quale strumento per la diagnosi precoce e successivamente a iniziato a diminuire.

I ricercatori hanno dimostrato che circa il 70 per cento degli uomini oltre gli 80 anni ha un tumore della prostata, anche se nella marcatori tumorali del cancro alla prostata parte dei casi la malattia non dà segni di sé e viene trovata marcatori tumorali del cancro alla prostata in caso di autopsia dopo la morte. Quando si parla di tumore della prostata un altro fattore non trascurabile è senza dubbio la familiarità : il rischio di ammalarsi è pari al doppio per chi ha un parente consanguineo padre, fratello eccetera con la malattia rispetto a chi non ha nessun caso in famiglia.

La probabilità di ammalarsi potrebbe essere legata anche ad alti livelli di ormoni come il testosteroneche favorisce la crescita delle cellule prostatiche, e l' ormone IGF1simile all'insulina, ma che lavora sulla crescita delle cellule e non sul metabolismo degli zuccheri.

Non meno importanti sono i fattori di rischio legati allo stile di vita: dieta ricca di grassi saturi, obesità, mancanza di esercizio fisico sono solo alcune delle caratteristiche e delle abitudini poco salubri, sempre più diffuse nel mondo occidentale, che possono favorire lo sviluppo e la crescita del tumore della prostata. Oltre all' adenocarcinomanella prostata si possono trovare in rari casi anche sarcomi, carcinomi a piccole cellule e carcinomi a cellule di transizione.

Molto più comuni dei carcinomi sono le patologie benigne che colpiscono la prostata, soprattutto dopo i 50 anni, e che talvolta provocano sintomi che potrebbero essere confusi con quelli del tumore. Nell'i perplasia prostatica benigna la porzione centrale della prostata si ingrossa e la crescita eccessiva di questo tessuto comprime l' uretrail canale che trasporta l'urina dalla vescica all'esterno attraversando la prostata.

Questa compressione crea problemi nel passaggio dell'urina. Nelle fasi iniziali il tumore della prostata è asintomatico. Viene diagnosticato in seguito alla visita urologica, che comporta esplorazione rettale o marcatori tumorali del cancro alla prostata del PSAcon un prelievo del sangue. Quando la massa tumorale cresce, dà origine a sintomi urinari: difficoltà a urinare in particolare a iniziare o marcatori tumorali del cancro alla prostata di urinare spesso, dolore quando si urina, sangue nelle urine o nello sperma, sensazione di non riuscire a urinare in modo completo.

Spesso i sintomi urinari possono essere legati a problemi prostatici di tipo benigno come l'ipertrofia: in ogni caso è utile rivolgersi al proprio medico o allo specialista urologo che sarà in grado di decidere se sono necessari ulteriori esami di approfondimento. Non esiste una prevenzione primaria specifica per il tumore della prostata anche se sono note alcune utili regole comportamentali che si possono seguire facilmente nella vita di tutti i giorni: aumentare il consumo di frutta, verdura, cereali integrali e ridurre quello di carne rossa, soprattutto se grassa o troppo cotta e di cibi ricchi di grassi saturi.

È buona regola, inoltre, mantenere il peso nella norma e tenersi in forma facendo attività fisica: è sufficiente mezz'ora al giorno, anche solo di camminata a passo sostenuto. La prevenzione secondaria consiste nel rivolgersi al medico ed eventualmente nel sottoporsi ogni anno a una visita urologicase si ha familiarità per la malattia o se sono presenti fastidi urinari.

Il numero di diagnosi di tumore della prostata è aumentato progressivamente da quando, negli anni Novanta, l'esame per la misurazione del PSA è stato approvato dalla Food and Drug Administration FDA americana.

Per questa ragione negli ultimi anni si è osservata una riduzione dell'uso di tale test. In particolare la misurazione sierica del PSA va valutata attentamente in base all'età del paziente, la familiarità, l'esposizione a eventuali fattori di rischio e la storia clinica. I sintomi urinari del tumore della prostata compaiono solo nelle fasi più avanzate della malattia e comunque possono marcatori tumorali del cancro alla prostata anche la presenza di patologie diverse dal tumore.

È quindi molto importante che la diagnosi sia eseguita da un medico specialista che prenda in considerazione diversi fattori prima di decidere come procedere. L'unico esame in marcatori tumorali del cancro alla prostata di identificare con certezza la presenza di cellule tumorali nel tessuto prostatico è la biopsia prostatica. La risonanza magnetica multiparametrica è diventata fondamentale per decidere se e come sottoporre il paziente a tale biopsia, che viene eseguita in anestesia locale, ambulatorialmente o in day hospital, e dura pochi minuti.

Grazie alla guida della sonda ecografica inserita nel retto vengono effettuati, con un ago speciale, circa 12 prelievi per via trans-rettale o per via marcatori tumorali del cancro alla prostata la regione compresa tra retto e scroto che sono poi analizzati dal patologo al microscopio alla ricerca di eventuali cellule tumorali. Il tumore della prostata viene classificato in base al gradoche indica l'aggressività della malattia, e allo stadio, che indica invece lo stato della malattia.

A seconda della fase in cui è la malattia si procede anche a effettuare esami di stadiazione come TC tomografia computerizzata o risonanza magnetica.

Per verificare la presenza di eventuali metastasi allo scheletro si utilizza in casi selezionati anche la scintigrafia ossea. Il patologo che analizza il tessuto prelevato con la biopsia assegna al tumore il cosiddetto grado di Gleason, cioè un numero compreso tra 1 e 5 che indica quanto l'aspetto delle ghiandole tumorali sia simile o diverso da quello delle ghiandole normali: più simili sono, più basso sarà il grado di Gleason.

I tumori con grado di Gleason minore o uguale a 6 sono considerati di basso gradoquelli con 7 di grado intermediomentre quelli tra 8 e 10 di alto grado. Questi ultimi hanno un maggior rischio di progredire e diffondersi in altri organi. Più recentemente è stato introdotto un nuovo sistema di classificazione il quale stratifica la neoplasia prostatica in cinque gradi in base al potenziale maligno e all'aggressività.

Per una caratterizzazione completa dello stadio della malattia, a questi tre parametri si associano marcatori tumorali del cancro alla prostata il grado di Gleason e il livello di PSA alla diagnosi. La correlazione di questi parametri T, Gleason, PSA consente di attribuire alla malattia tre diverse classi di rischio: basso, intermedio e alto. Oggi sono disponibili molti tipi di trattamento per il tumore della prostata ciascuno dei quali presenta benefici ed marcatori tumorali del cancro alla prostata collaterali specifici.

Solo un'attenta analisi delle caratteristiche del paziente età, aspettativa di vita eccetera e della malattia basso, intermedio o alto rischio permetterà allo specialista urologo di consigliare la strategia più adatta e personalizzata e di concordare la terapia anche in base alle preferenze di chi si deve sottoporre marcatori tumorali del cancro alla prostata cure.

Quando si parla di terapia attiva, invece, la scelta spesso ricade sulla chirurgia radicale. La prostatectomia radicale - la rimozione dell'intera ghiandola prostatica e dei linfonodi della regione vicina al tumore - viene considerata un intervento curativo, se la malattia risulta confinata nella prostata.

In Italia i robot adatti a praticare l'intervento sono sempre più diffusi in tutto il territorio nazionale, anche se studi recenti hanno dimostrato che gli esiti dell'intervento robotico e di quello classico si marcatori tumorali del cancro alla prostata nel tempo: non c'è quindi una reale indicazione a eseguire l'intervento tramite robot.

Per i tumori in stadi avanzati, il bisturi da solo spesso non riesce a curare la malattia e vi è quindi la necessità di associare trattamenti come la radioterapia o la ormonoterapia.

Per la cura della neoplasia prostatica, nei trattamenti considerati standard, è stato dimostrato che anche la radioterapia a marcatori tumorali del cancro alla prostata esterni è efficace nei tumori di basso rischio, con risultati simili a quelli della prostatectomia radicale.

Un'altra tecnica radioterapica che sembra offrire risultati simili alle precedenti nelle malattie di basso rischio è la brachiterapia, che consiste nell'inserire nella prostata piccoli "semi" che rilasciano radiazioni. Quando il tumore della prostata si trova in stadio metastatico, a differenza di quanto accade in altri tumori, la chemioterapia non è il trattamento di prima scelta e si preferisce invece la terapia ormonale.

Questa ha lo scopo di ridurre il livello di testosterone - ormone maschile che stimola la crescita delle cellule del tumore della prostata - ma porta con sé effetti collaterali come calo o annullamento del desiderio sessuale, impotenza, vampate, aumento di peso, osteoporosi, perdita di massa muscolare e stanchezza. Fra le terapie locali ancora in via di valutazione vi sono la crioterapia eliminazione delle cellule tumorali con il freddo e HIFU ultrasuoni focalizzati sul tumore.

Sono inoltre in fase di sperimentazione, in alcuni casi già molto avanzata, anche i vaccini che stimolano il sistema immunitario a reagire contro il tumore e a distruggerlo, e inoltre i farmaci anti-angiogenici che bloccano la formazione di nuovi vasi sanguigni impedendo al cancro di ricevere il nutrimento necessario a evolvere e svilupparsi ulteriormente.

Rendiamo il cancro sempre più curabile. Informati sul cancro Cos'è il cancro Guida ai tumori Guida ai tumori pediatrici Facciamo chiarezza Cos'è la ricerca sul cancro Marcatori tumorali del cancro alla prostata. Affronta la malattia Come affrontare la malattia Guida agli esami Guida alle terapie Storie di speranza Dopo la cura. Cosa facciamo Come sosteniamo la ricerca Cosa finanziamo Come diffondiamo l'informazione scientifica.

Traguardi raggiunti I bandi per i ricercatori. Home page Tumore della prostata Il cancro della prostata è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile, ma i dati relativi alla sopravvivenza sono incoraggianti Ultimo aggiornamento: 2 maggio Tempo di lettura: 10 minuti.

Le informazioni di questa pagina non sostituiscono il parere del medico. Autori: Agenzia Zoe.